Demo
Trend e statistiche sull’e-mail marketing

Trend e statistiche sull’e-mail marketing


CONDIVIDI

Twitter Share Link Facebook Share Link Linkedin Share Link

In questo articolo andremo ad approfondire trend, dati e statistiche interessanti sull’e-mail marketing a livello globale, così da darti una panoramica dettagliata del mercato per riuscire a costruire campagne di marketing realmente efficaci e proficue.  

Cos’è l’e-mail marketing?

L’e-mail marketing è l’atto di rivolgersi ai propri consumatori con un messaggio commerciale attraverso la posta elettronica con l’obiettivo di aumentare le conversioni e le vendite, incrementare il tasso di fidelizzazione dei clienti o comunicare informazioni importanti. È una forma di direct marketing che, in passato, era comunemente utilizzata per rivolgersi a gruppi di massa di persone. Tuttavia, l’attuale canale di e-mail marketing si basa sui principi del consenso, della segmentazione e della personalizzazione. Dalle conferme d’ordine alle newsletter, le e-mail sono quindi un aspetto essenziale per la crescita e la gestione del tuo business.

Secondo un report di marketing di Hubspot redatto nel 2021 in collaborazione con Litmus – piattaforma di e-mail marketing – e Wistia – piattaforma B2B di video marketing –  il 77% dei 1500 marketer intervistati preferisce lo strumento dell’email marketing per il maggiore coinvolgimento che assicura e per la possibilità di inviare messaggi personalizzati sulle necessità dell’utente, riuscendo allo stesso tempo a suscitare sentimenti positivi come trasparenza e autenticità.

L’e-mail rappresenta uno dei canali di marketing più performanti, nonché una delle principali strategie di ottimizzazione del tasso di conversione. Secondo i dati raccolti da Hubspot, per ogni 1$ dollaro speso per un’e-mail nel mercato B2C, otterrai un ROI medio di 36$.

Il mercato dell’e-mail marketing

Secondo il report di Hubspot sopramenzionato, il mercato globale dell’e-mail marketing è stato valutato intorno ai 7,5 miliardi di dollari nel 2020 e si prevede che aumenterà fino a 17,9 miliardi entro il 2027. Questo grazie ai tassi di crescita importanti nel settore (4 miliardi di utenti di posta elettronica giornalieri che saliranno a 4,6 miliardi entro il 2025). 

Ogni giorno vengono inviate e ricevute più di 306 miliardi di e-mail, mentre gli account di posta elettronica attivi hanno superato i 5,6 miliardi nel 2019.

Una delle chiavi del successo dell’e-mail marketing è da individuare nella frequenza di accesso da parte degli utenti a questo strumento:

  • Il 99% degli utenti controlla la propria casella di posta ogni giorno, con alcuni che controllano addirittura 20 volte al giorno. Di queste persone, il 58% controlla la posta elettronica per prima cosa al mattino.
  • Il 59% dei millennial utilizza principalmente il proprio smartphone per controllare la posta elettronica, mentre il 67% della generazione Z scansiona la propria casella di posta sul cellulare.
  • Il 74% dei baby boomer ritiene che l’e-mail sia il canale più personale per ricevere comunicazioni da parte dei brand, seguita dal 72% della generazione X, dal 64% dei millennial e dal 60% della generazione Z.
  • Il 91% delle donne negli Stati Uniti usa la posta elettronica, rispetto all’89% degli uomini.

L’e-mail marketing e il B2B

Quando parliamo di e-mail marketing B2B, le cose prendono una strada diversa rispetto al marketing B2C. Nel B2B il canale in questione si basa maggiormente sulla logica e sul ragionamento, questo perché di solito nello scenario B2B vi è più di un decision maker e lo strumento necessita di una strategia dedicata che se ben progettata e sviluppata, assicura un ROI maggiore che nel B2C: ben 44 dollari per ognuno investito

Questo trend viene confermato dalle statistiche raccolte da Hubspot:

  • L’87% dei marketer B2B afferma che l’e-mail è uno dei loro principali canali di distribuzione organici gratuiti.
  • Il 31% dei marketer B2B afferma che le newsletter via e-mail sono il modo migliore per acquisire lead qualificati.
  • L’81% dei marketer B2B afferma che la forma più utilizzata di content marketing sono le newsletter via e-mail.
  • In media, le aziende B2B inviano una campagna di e-mail marketing ogni 25 giorni.
  • L’89% di tutte le campagne e-mail B2B viene inviato dal nome di un’azienda.

Qual’è il valore di un indirizzo e-mail?

La risposta a questa domanda cambierà in base al settore e all’efficacia della propria strategia di e-mail marketing.

Secondo Experian – azienda ango-irlandese di ricerca e di segnalazione e credito al consumo – un indirizzo e-mail corrisponde in media a un valore di £84,50.

Si tratta di una media intersettoriale che cambia notevolmente in base al singolo settore e alla customer lifetime value, nonché il valore totale che un determinato cliente ha per l’azienda per la durata complessiva della sua relazione con l’organizzazione. Per esempio, un indirizzo e-mail nel settore dei viaggi e del turismo potrebbe valere ben £236, mentre nel retail questo valore sarebbe molto minore e corrisponderebbe a £79.

A prescindere dal valore esatto a cui un indirizzo e-mail corrisponde in ciascun settore, implementare tattiche e soluzioni di acquisizione di indirizzi e-mail è fondamentale per costruire un database qualificato e per rafforzare le proprie strategie di ottimizzazione del tasso di conversione e di fidelizzazione.

I punti di forza dell’e-mail marketing

Sulla base dei dati raccolti e analizzati nel report di Hubspot sopramenzionato, tra i punti di forza dell’e-mail marketing possiamo annoverare quanto segue:

  • Il 90% dei marketer afferma che il coinvolgimento offerto dalle e-mail è la metrica principale che monitorano per misurare le prestazioni dei contenuti. 
  • Il 78% dei marketer afferma che l’e-mail è importante per il successo complessivo dell’azienda, rispetto al 71% dell’anno precedente.
  • Il 78% dei marketer ha visto un aumento del coinvolgimento tramite e-mail negli ultimi 12 mesi.

I giorni migliori per inviare e-mail di marketing

Secondo i dati raccolti da Omnisend – piattaforma di marketing automation – i primi 10 giorni del mese generano i risultati migliori in termini di tasso di clic, apertura e acquisto.

Il 29 di ogni mese, invece, rappresenta il singolo giorno migliore in relazione al tasso medio di acquisto generato dalle e-mail di marketing.

Statistiche sull'e-mail marketing: i giorni migliori per inviare e-mail.
Statistiche sull’e-mail marketing: i giorni migliori per inviare e-mail.

Statistiche sull’e-mail marketing: ROI e vendite

Nel corso degli anni, si è speculato molto sull’ormai consolidata inutilità delle e-mail come strumento per raggiungere i propri obiettivi di marketing. Tuttavia, come abbiamo già visto, rappresentano ancora il canale di marketing più performante in termini di ROI.

Il report sull’e-mail marketing redatto nel 2019 da Econsultancy – azienda di consulenza e ricerca specializzata in digital marketing e e-commerce – e Adestra – piattaforma di automazione delle e-mail di marketing – supporta questo trend, con il 73% delle aziende intervistate che hanno confermato l’efficacia delle e-mail di marketing, seguite da strategie di SEO e PPC.

Statistiche sull'e-mail marketing: percentuali di utilizzo ed efficacia dei canali di marketing.
Statistiche sull’e-mail marketing: percentuali di utilizzo ed efficacia dei canali di marketing.

Nonostante le statistiche positive registrate nel 2019 in relazione all’ROI delle e-mail di marketing, in media le aziende hanno investito solo il 13% del proprio budget di marketing nel canale delle e-mail, anche se queste ultime hanno poi generato il 19% delle vendite.

Statistiche sull’e-mail marketing: investimenti e vendite.

Statistiche sull’e-mail marketing: tassi di apertura e clic

Il tasso di apertura non è il KPI perfetto per misurare l’efficacia delle e-mail di marketing, ma d’altronde, quale metrica lo è davvero? Tuttavia, rappresenta un buon benchmark per monitorare la performance delle e-mail nel corso del tempo.

GetResponse – una delle principali piattaforme di online marketing al mondo – rappresenta un’ottima fonte da cui raccogliere interessanti statistiche sull’e-mail marketing. A tal proposito, il relativo report sui benchmark dell’e-mail marketing redatto nel 2019 riporta alcuni dati utili ad avere una panoramica sui tassi di clic e apertura a livello globale:

  • Il tasso medio di apertura delle e-mail di marketing corrisponde al 22,86%.
  • Il tasso medio di clic corrisponde al 3,71%.
  • Il tasso medio di clic su apertura delle e-mail di marketing corrisponde al 16,23%.
  • Il tasso medio di disiscrizione corrisponde al 0.21%.
Statistiche sull'e-marketing: tassi di apertura, clic e disiscrizione per settore.
Statistiche sull’e-marketing: tassi di apertura, clic e disiscrizione per settore

Anche in Italia il canale dell’e-mail marketing continua a riscuotere successo. A tal proposito, secondo l’osservatorio statistico dell’e-mail marketing in Italia redatto da MailUp – azienda di digital marketing specializzata nell’e-mail marketing, SMS e messaging – l’Italia ha registrato un miglioramento dei KPI sopramenzionati dal 2019 al 2020. Nello specifico:

  • + 0,19% e-mail recapitate
  • + 11% aperture uniche
  • +13,2% clic unici
  • +1,7% clic su aperture
Statistiche sull'e-mail marketing: tasso di apertura, clic e recapitabilità in Italia.
Statistiche sull’e-mail marketing: tasso di apertura, clic e recapito in Italia.

Statistiche sull’email marketing: tasso di recapito, apertura e clic per settore

Il report sui benchmark dell’e-mail marketing redatto nel 2019 da Dot Digital – piattaforma di marketing automation multicanale – approfondisce dati molto interessanti a livello globale riguardo i tassi di recapito, apertura e clic delle e-mail di marketing.

I tassi di recapito sono cresciuta nel lasso di tempo dal 2016 fino al 2019, registrando una media totale di 98,2%.

Statistiche sull’e-mail marketing: tasso di recapito per settore.

In linea generale, anche i tassi di apertura hanno registrato una crescita dal 2015 fino al 2019, aumentando dal 17,2% al 20,8%.

Nello specifico, le e-mail relative ai servizi finanziari hanno registrato i tassi di apertura più elevati nel 2018, raggiungendo il 27,9%. I tassi di apertura più bassi, invece, sono stati registrati dalle case editrici.

Statistiche sull'e-mail marketing: tasso di apertura per settore.
Statistiche sull’e-mail marketing: tasso di apertura per settore.

Il tasso di clic medio corrispondeva al 2,41% nel 2018. Le e-mail focalizzate sulle utenze e servizi pubblici hanno registrato i tassi di apertura più elevati, raggiungendo la soglia del 4,76%.

Statistiche sull'e-mail marketing: tasso di clic per settore.
Statistiche sull’e-mail marketing: tasso di clic per settore.

Utilizzo delle e-mail per il recupero di carrelli abbandonati nel settore del retail

Le statistiche raccolte a livello globale dal team di ricerca di SaleCycle nel 2019 mostrano le performance e i risultati ottenuti da diverse tipologie di siti e-commerce grazie alle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati.

Per esempio, grazie a questa tipologia di e-mail di marketing, le percentuali di vendita dei siti e-commerce di moda hanno registrato un incremento del 6,38%. Il tasso medio di crescita delle vendite online in tutte le tipologie di e-commerce del settore retail, invece, corrisponde al 4,43%.

Statistiche sull'e-mail marketing: utilizzo delle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati nel settore del retail.
Statistiche sull’e-mail marketing: utilizzo delle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati nel settore del retail.

Gli oggetti delle e-mail di marketing

Sulla base dei dati raccolti per una ricerca che ha coinvolto 500 clienti di SaleCycle, di seguito riportiamo i tassi medi di apertura categorizzati per contenuto dell’oggetto utilizzato nelle e-mail di marketing.

Statistiche sull'e-mail marketing: efficacia dei contenuti degli oggetti utilizzati nelle e-mail.
Statistiche sull’e-mail marketing: efficacia dei contenuti degli oggetti utilizzati nelle e-mail.

Statistiche sulle quote di mercato delle piattaforme di posta elettronica

A partire dall’apertura di 1,4 miliardi di e-mail, Litmus – piattaforma di e-mail marketing – ha raccolto dati interessanti sui principali software e piattaforme per l’invio e la ricezione di e-mail da desktop e dispositivo mobile.

Statistiche sull'e-mail marketing: quota di mercato delle piattaforme di posta elettronica.
Statistiche sull’e-mail marketing: quota di mercato delle piattaforme di posta elettronica.

Statistiche sulla recapitabilità delle e-mail di marketing

Il report di Return Path – piattaforma di e-mail marketing – sulle metriche relative alla recapitabilità delle e-mail redatto nel 2019 fornisce dati interessanti riguardo la percentuale di e-mail che finiscono nelle cartelle di spam, e-mail a cui gli utenti danno invece risposta, e-mail inoltrate o di cui invece gli utenti si sono lamentati.

Il grafico di seguito mostra le percentuali a livello globale di e-mail cancellate senza nemmeno essere state lette suddivise per settore:

Statistiche sull'e-mail marketing: tasso di e-mail cancellate senza essere state aperte suddivise per settore.
Statistiche sull’e-mail marketing: tasso di e-mail cancellate senza essere state aperte suddivise per settore.

Statistiche sulle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati

Secondo un report di MailChimp – piattaforma di e-mail marketing e marketing automation – il tasso medio di apertura delle e-mail di marketing in svariati settori e-commerce si aggira intorno al 21%. Nello specifico, le e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati generano i risultati più importanti.

Infatti, secondo dati interni raccolti dal nostro team di ricerca, il tasso di apertura medio delle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati corrisponde al 40,14%, con un tasso di clic del 28,64%.

A tal proposito, il settore della moda è quello più performante, con tassi di apertura del 43,15% e un tasso medio di clic del 31,34%. Informarsi ed essere al corrente su statistiche chiave del proprio settore di attività nell’ambito e-commerce ti permetterà di analizzare in modo approfondito l’efficacia delle tue campagne di marketing.

Statistiche sull'e-mail marketing: performance delle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati suddivisa per settore.
Statistiche sull’e-mail marketing: la performance delle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati suddivisa per settore.

Split testing nell’e-mail marketing

Un’indagine interessante di Phrasee – piattaforma SaaS specializzata sull’intelligenza artificiale – condotta intervistando esperti di e-mail marketing, si focalizza sulle modalità e la frequenza di utilizzo dello split testing, noto anche come A/B testing, per ottimizzare le proprie campagne.

Guardando le statistiche di seguito, possiamo affermare quanto ancora in realtà i marketer debbano lavorare per migliorare le strategie di ottimizzazione delle proprie campagne:

  • Meno del 50% delle campagne di e-mail marketing vengono sottoposto a split test.
  • Di questo 50%, la maggiori parte degli esperti di marketing si limitano a effettuare A/B test, niente di più.
  • Dopo la fase di split testing, solo il 5% degli esperti ricorre a modelli statistici per analizzare i risultati ottenuti dai testi.

Personalizzazione delle campagne di e-mail marketing

Un report interessante di Adestra – piattaforma di automazione delle e-mail di marketing – si focalizza sulla personalizzazione degli strumenti digitali e analizza il comportamento degli esperti di marketing nei confronti della personalizzazione delle e-mail.

A tal proposito, nel grafico di seguito sono riportati i vantaggi legati alla customizzazione delle campagne di e-mail marketing.

Statistiche sull'e-mail marketing: vantaggi legati alla personalizzazione delle e-mail.
Statistiche sull’e-mail marketing: vantaggi legati alla personalizzazione delle e-mail.

Nel grafico di seguito, invece, sono riportati i dati utilizzati dagli esperti di marketing per personalizzare le e-mail inviate a prospect e clienti.

Come ci si poteva aspettare, il nome del destinatario è l’elemento più comunemente utilizzato per dare un tocco di personalizzazione alle proprie e-mail di marketing.

È evidente che i dati che contribuiscono a dare un vero insight sul comportamento e il background dei consumatori sono invece quelli meno utilizzati.

Inoltre, i dati sulle transazioni effettuate online sono raccolti dal 49% dei marketer, ma utilizzati regolarmente solo dal 25%.

Statistiche sull'e-mail marketing: i criteri utilizzati per la personalizzazione delle e-mail.
Statistiche sull’e-mail marketing: i criteri utilizzati per la personalizzazione delle e-mail.

Di seguito, un altro grafico utile con una panoramica delle barriere riscontrate dai marketer nella customizzazione delle e-mail. Nello specifico, il 55% degli esperti di marketing afferma che una delle principali barriere nel processo di personalizzazione delle proprie campagne di marketing si identifica con l’integrazione di dati.

Statistiche sull'e-mail marketing: barriere nel processo di personalizzazione delle e-mail.
Statistiche sull’e-mail marketing: barriere nel processo di personalizzazione delle e-mail.

Le aspettative dei consumatori nei confronti delle e-mail personalizzate

Secondo un report di BlueHornet – provider del servizio e-mail (ESP) – e come riportato nel grafico di seguito, i consumatori si aspettano che i retailer utilizzino dati impliciti ed espliciti per personalizzare le e-mail di marketing.

Statistiche sull'e-mail marketing: aspettative dei consumatori nei confronti delle e-mail personalizzate.
Statistiche sull’e-mail marketing: aspettative dei consumatori nei confronti delle e-mail personalizzate.

Gli orari più performanti per l’invio di e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati

Come discusso nei paragrafi precedenti, le e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati rappresentano una delle tipologie di e-mail più performanti. In questo caso, il tempismo è un aspetto fondamentale ed è una variabile che deve essere assolutamente presa in considerazione per massimizzare i risultati. Secondo dati raccolti internamente dal nostro team di ricerca a partire dall’analisi di oltre 500 brand internazionali, il momento migliore per l’invio di e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati coincide con l’ora successiva all’abbandono.

Inoltre, è importante ricordare che l’efficacia delle e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati è drasticamente ridotta se inviate dopo oltre 24 ore dall’abbandono del sito.

Statistiche sull’e-mail marketing: gli orari più performanti legati all’invio di e-mail per il recupero dei carrelli abbandonati.

L’influenza delle e-mail di marketing sul comportamento dei consumatori

Secondo un’indagine di BlueHornet – provider del servizio e-mail (ESP) – sull’e-mail marketing, il 59% degli intervistati ha affermato che le e-mail di marketing influenzano le loro decisioni di acquisto, mentre oltre il 50% ha affermato di effettuare acquisti a partire da questa tipologia di e-mail almeno una volta al mese.

Statistiche sull'e-mail marketing: impatto delle e-mail sulle decisioni di acquisto dei consumatori.
Statistiche sull’e-mail marketing: impatto delle e-mail sulle decisioni di acquisto dei consumatori.

Statistiche sull’e-mail marketing da dispositivo mobile

Secondo le statistiche raccolte e analizzate nel report di Litmus – piattaforma di e-mail marketing – sullo stato e l’evoluzione dell’e-mail marketing, i dispositivi mobili rappresentano ormai circa il 55% dei tassi di apertura.

Statistiche sull'e-mail marketing: tasso di apertura delle e-mail per dispositivo.
Statistiche sull’e-mail marketing: tasso di apertura delle e-mail per dispositivo.

Il comportamento dei consumatori nei confronti dell’e-mail marketing

Secondo l’indagine sopramenzionata di BlueHornet – provider del servizio e-mail (ESP) – sull’e-mail marketing, condotta intervistando 1800 consumatori, il 39% degli utenti tende a controllare da 1 a 3 volte al giorno la propria inbox dove riceve comunicazioni di marketing, mentre il 33,8% la controlla attivamente svariate volte nel corso di una stessa giornata.

Statistiche sull'e-mail marketing: frequenza di controllo della propria posta in entrata.
Statistiche sull’e-mail marketing: frequenza di controllo della propria posta in entrata.

Il 93,3% degli utenti intervistati utilizza il proprio computer per controllare la propria inbox, mentre il 67,2% ricorre ai dispositivi mobili.

Statistiche sull'e-mail marketing: dispositivi utilizzati per controllare la propria posta in entrata.
Statistiche sull’e-mail marketing: dispositivi utilizzati per controllare la propria posta in entrata.

Strategie di ottimizzazione delle campagne di e-mail marketing

Il report sull’e-mail marketing redatto nel 2019 da Econsultancy – azienda di consulenza e ricerca specializzata in digital marketing e e-commerce – e Adestra – piattaforma di automazione delle e-mail di marketing –, come dimostrato nel grafico di seguito, conferma che soltanto una quantità discreta di aziende ha implementato strategie di ottimizzazione delle campagne di e-mail marketing da dispositivi mobili che possono essere descritte come “abbastanza” o “molto” avanzate.

Statistiche sull'e-mail marketing: tasso di ottimizzazione delle campagne da dispositivo mobile.
Statistiche sull’e-mail marketing: tasso di ottimizzazione delle campagne da dispositivo mobile per settore.

Come riportato nel grafico di seguito, il report pone inoltre l’attenzione su alcune tattiche specifiche utilizzate per ottimizzare la fruizione delle e-mail di marketing da dispositivo mobile.

Statistiche sull'e-mail marketing: tattiche utilizzate per ottimizzare le campagne da dispositivo mobile.
Statistiche sull’e-mail marketing: tattiche utilizzate per ottimizzare le campagne da dispositivo mobile.

Statistiche sulle e-mail di marketing non ottimizzate per dispositivo mobile

Realizzare delle campagne di e-mail marketing che siano ottimizzate anche da dispositivo mobile è un aspetto fondamentale nell’ecosistema di un’efficace strategia di ottimizzazione del tasso di conversione. Tuttavia, alcune aziende sono meno all’avanguardia di altre da questo punto di vista.

Dal momento che i consumatori utilizzano sempre più gli smartphone per aprire e leggere le e-mail ricevute, non assicurarsi che le proprie campagne di e-mail marketing siano ottimizzate anche da dispositivo mobile rappresenterebbe un’enorme opportunità sprecata.

Secondo l’indagine sopramenzionata di BlueHornet – provider del servizio e-mail (ESP) – sull’e-mail marketing, il 42,3% degli intervistati tende a cancellare le e-mail che non risultano essere ottimizzate, mentre solo l’11,3% le leggerà comunque.

Statistiche sull'e-mail marketing: comportamento degli utenti in relazione alla ricezione di e-mail non ottimizzate da dispositivo mobile.
Statistiche sull’e-mail marketing: comportamento degli utenti in relazione alla ricezione di e-mail non ottimizzate da dispositivo mobile.

Statistiche sull’e-mail marketing in relazione alla dimensione del database

Il report sui benchmark delle campagne di e-mail marketing redatto da GetResponse – una delle principali piattaforme di online marketing al mondo – ci suggerisce che la performance delle campagne è inversamente proporzionale alla lista del database in questione.

Statistiche sull'e-mail marketing: performance delle campagne in relazione alla dimensione del database.
Statistiche sull’e-mail marketing: performance delle campagne in relazione alla dimensione del database.

Efficacia di alcune tattiche di ottimizzazione delle e-mail di marketing

Nel report sopramenzionato sui benchmark delle campagne di e-mail marketing, GetResponse analizza inoltre l’’efficacia di alcune tattiche implementate per ottimizzare i tassi di apertura delle e-mail.

Emoji

Statistiche sull'e-mail marketing: le emoji come tattica di ottimizzazione.
Statistiche sull’e-mail marketing: le emoji come tattica di ottimizzazione.

Oggetti personalizzati

Statistiche sull'e-mail marketing: oggetti personalizzati come tattica di ottimizzazione.
Statistiche sull’e-mail marketing: oggetti personalizzati come tattica di ottimizzazione.

Preheader

Statistiche sull'e-mail marketing: preheader come tattica di ottimizzazione.
Statistiche sull’e-mail marketing: preheader come tattica di ottimizzazione.

Personalizzazione del corpo del teso delle e-mail

Statistiche sull'e-mail marketing: personalizzazione del corpo del testo come tattica di ottimizzazione.
Statistiche sull’e-mail marketing: personalizzazione del corpo del testo come tattica di ottimizzazione.

IN CONCLUSIONE

L’e-mail marketing è uno strumento imprescindibile per conquistare nuovi clienti e relativi spazi di mercato, stabilendo con loro una connessione emotiva (mercato B2C) o logico-razionale (mercato B2B). Una connessione che sia coltivata nel tempo, in modo da generare sempre più vendite e nuovi lead. 

Scopri come ottimizzare le tue campagne di e-mail marketing e aumentare il tasso di conversione del tuo sito e-commerce.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante e ti contatteremo per programmare una demo gratuita.

Novità

Report su strategie e statistiche dell’e-commerce per il Black Friday 2021

Approfondimento su insight, trend e dati relativi al comportamento di navigazione e acquisto degli utenti prima, durante e dopo il Black Friday.

2021 Black Friday Ecommerce Strategy & Stats Report

Alice Larcher

Alice Larcher ricopre il ruolo di Inbound Marketing Specialist per il mercato italiano presso SaleCycle. Alice ha un background in branding, comunicazione e creazione di contenuti così come in interpretariato e traduzione di russo, francese, inglese e italiano. Ha lavorato come account manager nell’ambito della pubblicità sviluppando progetti ATL, digital e social per clienti di diversi settori come FMCG, GDO, elettronica, moda, cosmesi e viaggi. linkedin.com/in/alicelarcher/